Pudendalgia

Per pudendalgia o nevralgia del pudendo, si intende un dolore neuropatico cronico che si aggrava quando il paziente è seduto.

Il nervo pudendo è il ramo terminale del plesso pudendo che innerva tutta l’area del bacino, assolve funzioni motorie e sensitive e coordina le attività dell’area pelvica, la vescica, l’intestino e gli organi genitali.

La nevralgia del pudendo in genere esordisce con un dolore neuropatico di intensità variabile localizzato nella regione perineale, descritto come intenso, acuto, associato spesso a ipersensibilità o mancata sensibilità di un’area intorno al perineo.

Il dolore è il più delle volte monolaterale ma può essere mediano o bilaterale e spesso si associa a disturbi minzionali come pollachiuria o disuria, oppure a disturbi anorettali (ad esempio il dolore dopo la defecazione) e sessuali come dispareunia oppure intolleranza al contatto vulvare.

In base alla gravità si può intervenire con diverse terapie, prima fra tutte la riabilitazione e la valutazione osteopatica globale del paziente.